• Italiano
  • English

menu

ATENEO DI QUALITÀ ACCREDITATO ANVUR - FASCIA A

Finanziamento del MIUR per il progetto “OPPORTUNITIES AND CHALLENGES OF NANOTECHNOLOGY IN ADVANCED AND GREEN CONSTRUCTION MATERIALS”

OPPORTUNITIES AND CHALLENGES OF NANOTECHNOLOGY IN ADVANCED AND GREEN CONSTRUCTION MATERIALS

DAL MINISTERO DELL’UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA OLTRE 700MILA EURO AL PROGETTO “OPPORTUNITIES AND CHALLENGES OF NANOTECHNOLOGY IN ADVANCED AND GREEN CONSTRUCTION MATERIALS” PER REALIZZARE COSTRUZIONI INNOVATIVE E GREEN

Finanziato dal MUR con le risorse del bando PRIN - PROGETTI DI RICERCA DI RILEVANTE INTERESSE NAZIONALE - il progetto presentato dal Consorzio formato dalle Università di Parma, di Salerno, della Calabria, di Modena e Reggio Emilia e Pegaso.  A Parma destinati oltre 150 mila euro.

Parma - Dal MUR oltre 700 mila euro ad un progetto per realizzare costruzioni innovative e green utilizzando i nananomateriali, per rispondere alla crescente domanda di valorizzazione dei materiali da costruzione e di risparmio energetico degli edifici civili e industriali.  Il Ministero dell’Università e della Ricerca, nella call PROGETTI DI RICERCA DI RILEVANTE INTERESSE NAZIONALE 2020 (PRIN 2020), ha infatti approvato e finanziato il progetto “OPPORTUNITIES AND CHALLENGES OF NANOTECHNOLOGY IN ADVANCED AND GREEN CONSTRUCTION MATERIALS”, presentato dal Consorzio di Ricerca formato dalle Università di Parma, di Salerno, della Calabria, di Modena e Reggio Emilia e Pegaso.  L’Unità di Ricerca di Parma, coordinata dalla docente di Scienza delle Costruzioni Sabrina Vantadori, è formata da docenti di UNIPR e dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale.

Il finanziamento assegnato al progetto è di 774.178 euro, di cui 154.539 euro all’Università di Parma.

La sfida del progetto è quella di condurre l'industria delle costruzioni ad un utilizzo dei nanomateriali su larga scala.  Attualmente, infatti, l'uso dei nanomateriali nelle costruzioni è ridotto, a causa della conoscenza limitata dei nanomateriali adatti alle costruzioni e del loro comportamento, della mancanza di standard specifici per progettazione ed esecuzione di elementi da costruzione utilizzando nanomateriali, di una offerta di mercato ridotta di nanoprodotti, di costi elevati, di rischi per la salute sconosciuti associati ai nanomateriali e alla scarsa riciclabilità dei nanomateriali al fine della loro vita.

Per superare tale sfida, il progetto si occuperà dello studio mirato alla scelta dei nanomateriali da impiegare nelle costruzioni e delle loro caratteristiche e di analizzare il comportamento di elementi costruttivi che contengono nanomateriali (cioè elementi costruttivi costituiti da nanocompositi), ma anche di proporre equazioni predittive da implementare nelle norme nazionali per le costruzioni.

Inoltre, il progetto ambisce a promuovere la carriera di giovani ricercatori e a rafforzare e sviluppare collaborazioni scientifiche tra il mondo accademico e quello industriale.

Progetti finanziati nell’ambito del Bando PRIN 2020 

Pubblicato Giovedì, 28 Ottobre, 2021 - 08:57 | ultima modifica Giovedì, 28 Ottobre, 2021 - 12:56