• Italiano
  • English

menu

L’Università di Parma presenta il progetto DigiLab4U alla fiera SPS IPC DRIVES ITALIA

Parma, 6 giugno 2019 –È stato presentatopresso le fiere di Parma, SPS IPC DRIVES ITALIA, il progetto “Open Digital Lab for You”, acronimo DigiLab4U. Un consorzio di ricerca composto dalla Stuttgart University of Applied Sciences (HFT Stuttgart), dal Bremen Institute for Production and Logistics (BIBA), dall'Institute for Knowledge Media (IWM) dell'Università di Koblenz-Landau, dal RWTH Aachen di Aquisgrana e dall'Università di Parma, unica istituzione non tedesca finanziata in questo programma, affronta nel progetto DigiLab4U la sfida della digitalizzazione e della messa in rete di laboratori didattici e di ricerca, indipendentemente dalla localizzazione fisica degli stessi laboratori. Il progetto è stato finanziato dal Ministero Federale tedesco dell’Istruzione e della Ricerca (BMBF), per una durata di 42 mesi e per un finanziamento complessivo di oltre 5 milioni di Euro.

La digitalizzazione cambierà il mondo del lavoro. L’Internet degli Oggetti (IoT) ha un potenziale economico fino a 11.000 miliardi di dollari entro il 2020 (BMWi, 2017), soprattutto nell'industria. L'elemento centrale per l'economia sarà il networking intelligente. Tuttavia, in ambito universitario, sono ancora molto limitate le esperienze di digitalizzazione e messa in rete di sistemi industriali e logistici, anche se le nuove competenze digitali possono essere meglio comunicate agli studenti in ambienti di laboratorio. Affinché la quarta rivoluzione industriale (Industria 4.0) possa essere affrontata con successo dai professionisti di domani, infatti, la digitalizzazione delle università si deve necessariamente riflettere nelle modalità didattiche e di ricerca. A tal fine, data la crescente importanza dei laboratori, gli studenti e i ricercatori devono disporre di ambienti pratici, digitalizzati e collegati in rete.

Le infrastrutture di laboratorio attualmente presenti nella maggior parte delle università sono generalmente costose, sia in termini economici che dal punto di vista del personale necessario al loro funzionamento, e sono tipicamente disponibili solo per uno specifico istituto di ricerca. Al contrario, i laboratori puramente virtuali offrono vantaggi in termini di sicurezza, scalabilità, accesso remoto ed efficienza dei costi. Tuttavia, le simulazioni e gli ambienti puramente virtuali non possono sostituire il successo degli ambienti di laboratorio reali, che richiedono e promuovono conoscenze diverse.

Il progetto di ricerca Open Digital Lab for You (DigiLab4U) si prefigge di digitalizzare laboratori reali e di combinarli con componenti virtuali, esplorando le sinergie tra i due approcci ed utilizzando la Realtà Aumentata per colmare il divario tra l'esperienza "virtuale" e "reale". Inoltre, si combineranno metodi propri della formazione ingegneristica e Serious Games, utilizzando strumenti quali la Learning Analytics (analisi di apprendimento), Mixed / Augmented Reality e Open Badges per costruire ed analizzare in modo olistico un ambiente ibrido ed innovativo di apprendimento e di ricerca.

Indipendentemente dal luogo di connessione, DigiLab4U fornisce un accesso in rete ad un ambiente di apprendimento e di ricerca digitalizzato. Saranno supportati scenari multiutente e l'apprendimento individuale diretto. Ad esempio, gli studenti dell'HFT Stuttgart potranno accedere in modo continuo ai laboratori di BIBA e dell'Università di Parma, così da promuovere lo scambio di esperienze nella ricerca e nell'insegnamento oltre i confini dei singoli istituti. Come suggerisce il titolo (Open Digital Lab for You), è prevista l'inclusione futura di ulteriori laboratori, per colmare il fabbisogno di ricerca dal punto di vista tecnico, didattico e organizzativo basato su questo approccio lungimirante.

Nell’ambito del progetto, l’università di Parma andrà a digitalizzare e collegare in rete il proprio RFID Lab, così da renderlo accessibile da remoto per finalità didattiche e di ricerca, e realizzerà un Serious Game (gioco serio) per la gestione della produzione e della supply chain nel settore automotive. Il progetto DigiLab4U è finanziato dal Ministero federale tedesco dell'Istruzione e della Ricerca (BMBF) per una durata di 3,5 anni (01/10/2018 – 31/03/2022).

Durante la presentazione dello scorso 29 maggio presso le fiere di Parma, il prof. Massimo Bertolini ha presentato la vision e la mission del progetto ed ha illustrato le motivazioni del consorzio di ricerca. L’Ing. Giovanni Romagnoli ha riassunto gli aspetti tecnici, didattici ed organizzativi del progetto. Per quanto riguarda il ruolo specifico dell’ateneo di Parma, il prof. Francesco Zammori ha presentato l’utilizzo di Serious Games per i fini del progetto, mentre il prof. Andrea Volpi ha illustrato come il laboratorio RFID dell’università di Parma sarà digitalizzato e collegato alla rete DigiLab4U per esigenze didattiche e di ricerca.

L’Università di Parma è l’unica istituzione non tedesca finanziata in questa iniziativa del ministero tedesco “Digitale Hochschulbildung”.

Contatti:

Università di Parma
Responsabile scientifico: Prof. Ing. Massimo Bertolini – massimo.bertolini@unipr.it
Responsabile organizzativo: Ing. Giovanni Romagnoli – giovanni.romagnoli@unipr.it

Hochschule für Technik (HFT) Stuttgart
Prof. Dr.-Ing. Dieter Uckelmann (coordinatore dell‘intero progetto) – dieter.uckelmann@hft-stuttgart.de

Pubblicato Giovedì, 6 Giugno, 2019 - 12:15 | ultima modifica Giovedì, 6 Giugno, 2019 - 12:26