• Italiano
  • English

menu

ATENEO DI QUALITÀ ACCREDITATO ANVUR - FASCIA A

Sogniamo sempre tutto molto diverso - Stagione per studenti universitari dell’Ateneo di Parma

Fondazione Teatro Due e Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti, riconosciuti nel panorama nazionale e internazionale come istituzioni culturali di riferimento, realizzano per la prima volta insieme una Stagione di appuntamenti teatrali pensati per gli Studenti Universitari di Parma.
La collaborazione tra le due realtà si inserisce in un percorso di rafforzamento del loro legame culturale con l’Università di Parma, promosso da due convenzioni rinnovate alcuni mesi fa.
SOGNIAMO SEMPRE TUTTO MOLTO DIVERSO è il titolo di una prima proposta condivisa rivolta agli Studenti del nostro Ateneo. La sintesi dello spaccato progettuale dei due teatri si configura in un programma di drammaturgie, creazioni, poetiche e generi significativi per un primo approccio al Teatro d’Arte: sei titoli rivolti agli Studenti Universitari in un’unica proposta pensata per loro.

Oggi la presentazione al ParmaUniverCity Info-Point, con gli interventi del Rettore dell'Università di Parma Paolo Andrei, dell'Assessore alla Cultura del Comune di Parma Michele Guerra, della Direttrice della Fondazione Teatro Due Paola Donati e di Alessandra Belledi della Direzione del Teatro delle Briciole.

La collaborazione tra i due Teatri si radica in una visione comune della formazione e della crescita culturale delle nuove generazioni, intesi come momenti della loro traiettoria di Studenti e di Cittadini, a cui il teatro può imprimere un insostituibile stimolo. La conoscenza dei testi della tradizione, l’incontro con l’artigianato attorale, la scoperta delle idee, dei movimenti e delle correnti espressive di maggior spicco della scena contemporanea possono infatti concorrere efficacemente alla costruzione di una cultura che sia, oltre che  acquisizione di competenze, anche strumento per la costruzione di una nuova politeia, di una cittadinanza aperta e consapevole, di un percorso di riflessione critica, di penetrazione culturale, di presa di possesso della propria personalità, di conquista di una coscienza superiore a cui la conoscenza del teatro, con il suo specifico linguaggio e la sua specifica identità storica,  può offrire un contributo importante.
Sogniamo sempre tutto molto diverso (qui il programma con le schede degli spettacoli) mescola quindi prosa, musica, danza, storia del grande teatro e proposte contemporanee, molteplicità di linguaggi, di stili e tecniche.
Una stagione per riaffermare il ruolo del teatro in questi tempi difficili: illuminare, incuriosire, mettere in dubbio, far crescere il senso di comunità. E far sognare, sempre, tutto molto diverso.

Si pensi a come la lingua teatrale trovi declinazioni tra loro diversissime nei tre spettacoli proposti dal Teatro delle Briciole: Overload di Sotterraneo, L’abisso di Davide Enia, Dialogo primo:  Impatiens Noli tangeredi Sharon Fridman & CollettivO CineticO. Nel primo, consacrato recentemente dal premio Ubu, l’Oscar del teatro italiano, come spettacolo dell’anno, una delle novità più inquietanti dei comportamenti di oggi, l’incapacità di prestare attenzione continuata nell’era dell’overload, dell’accumulo di informazioni e stimolazioni del web e dei social, vengono analizzate e interrogate con straniante ironia attraverso il gioco e gli idola della società dello spettacolo e dell’intrattenimento. Nel secondo la grande tradizione narrativa del cunto siciliano viene rivissuta e ricreata dall’autore e attore Davide Enia per raccontare il dramma dell’immigrazione, e come esso abbia sorprendentemente cortocircuitato nella sua vita risignificando il legame tra figlio e padre. Infine nel terzo l’incontro tra il coreografo israeliano Sharon Fridman e il CollettivO CineticO si muove negli interstizi tra danza, teatro e arti visive, ideando metodi di composizione in grado di incontrare dispositivi che discutono il rapporto con lo spettatore e la visione. La serata è introdotta da un appunto coreografico di Siro Guglielmi, P!nk Elephant, e si conclude con un dj set curato  da Simone Arganini.

Partendo dalla solida fondatezza dei grandi testi teatrali e dall’affascinante sapienza del gioco attorale, la proposta di Teatro Due si muove dal classico Molièriano Don Giovanni, il leggendario seduttore, mito della letteratura europea, simbolo non soltanto dei trionfi e delle ceneri dell’eros, ma anche della rivolta della libido contro le remore della teologia, nella regia di Valerio Binasco, a un ragionamento più tormentato sull’identità erotica e sessuale, nella vicenda del travestito Scannasurice. Interpretato da una straordinaria Imma Villa, con la rigorosa regia di Carlo Cerciello per il testo di Enzo Moscato, in Scannasurice la “misteriosofica” discesa agli inferi del protagonista attraversa le faglie terremotate della napoletanità.
È invece un viaggio genealogico nel tempo e nella memoria When the Rain Stops Falling, testo del contemporaneo Andrew Bovell, messo in scena per la prima volta in Italia con la regia di Lisa Ferlazzo Natoli e la produzione di Fondazione Teatro Due insieme a Ert e Teatro di Roma.
Una saga familiare che fluttua fra il 1959 e il 2039, incrociando i destini, i desideri, gli errori di 4 generazioni, fino alle soglie di un incredibile diluvio torrenziale in cui il passato si materializza in forma di valigia e un pesce caduto dal cielo ha il sapore eccentrico e favoloso della pioggia di rane in Magnolia di Anderson.

L’abbonamento, che propone 6 spettacoli al costo di 50 euro, è in vendita presso le Biglietterie di Fondazione Teatro Due (Borgo Salnitrara 12/a) e Teatro al Parco (Parco Ducale, 1) al prezzo di 50 Euro da lunedì 28 gennaio 2019.

www.teatrodue.org
www.solaresdellearti.it/teatrodellebriciole

 

SOGNIAMO SEMPRE TUTTO MOLTO DIVERSO

15 febbraio 2019, ore 21.00 – Teatro al Parco
Sotterraneo
Overload

21 febbraio 2019, 20.30 – Teatro Due
Fondazione Teatro Due, Emilia Romagna Teatro Fondazione, Associazione Teatri di Roma
When the rain stops falling

2 marzo 2019, ore 20.30– Teatro Due
Fondazione Teatro Stabile di Torino
Don Giovanni

6 aprile 2019, ore 21.00 – Teatro al Parco
Davide Enia
L'abisso

4 maggio2019, ore 21.00 Teatro al Parco
Sharon Fridman & CollettivO CineticO
Dialogo Primo: Impatiens Noli Tangere
introduce P!NK ELEPHANT di Siro Guglielmi
segueDJ SET di Simone Arganini

8 maggio 2019, ore 20.30Teatro Due
Compagnia Elledieffe
Scannasurice

Pubblicato Lunedì, 28 Gennaio, 2019 - 15:21 | ultima modifica Lunedì, 28 Gennaio, 2019 - 15:46