• Italiano
  • English

menu

Premi di studio Barilla per sei studenti "Erasmus Plus"

Parma, 11 luglio 2018 – Questa mattina, nell’Auditorium dell’Academia Barilla, sono stati consegnati i premi di studio finanziati da Barilla per studenti dell’Università di Parma in mobilità internazionale nell’ambito del Programma Erasmus Plus per l’anno accademico 2018-2019. I premi sono andati a Hala Guesmi (del corso di laurea magistrale in International Business and Development), Chiara Ambrosi (corso di laurea magistrale in Trade e Consumer Marketing), Yuliya Bokova (corso di laurea magistrale in International Business and Development), Riccardo Giovine (corso di laurea magistrale in Ingegneria gestionale), Kiran Preet Kaur (corso di laurea magistrale in Amministrazione e direzione aziendale) ed Erica Bonazzi (corso di laurea magistrale in Scienze e tecnologie alimentari).

Sono intervenuti alla cerimonia Ruggero Rabaglia, Human Resources Director Region Italy Barilla, Sara Rainieri, Pro Rettrice con delega per la Didattica e servizi agli studenti, e Simonetta Anna Valenti, Pro Rettrice con delega per l’Internazionalizzazione. Ha portato la sua testimonianza sull’esperienza Erasmus appena conclusa una studentessa premiata nell’a.a. 2017-2018, Ilda Ristani, e poi hanno preso la parola Yuliya Bokova e Riccardo Giovine, due dei sei vincitori di questa terza edizione.

I premi di studio sono stati finanziati da Barilla nell'ambito del Network Università di Parma-Impresegrazie a una convenzione, siglata con l’Università di Parma, rivolta a studenti di alcuni corsi di laurea magistrale. Obiettivo della convenzione è quello di incentivare la mobilità internazionale degli studenti durante il percorso degli studi universitari, in particolare sostenendo il programma Erasmus.

Grazie al contributo erogato da Barilla, che in passato ha già sostenuto significativamente la crescita dei corsi di studio di Ingegneria dell’Università di Parma, i sei studenti selezionati riceveranno un contributo finanziario (300 euro al mese per un massimo di sei mesi) che integrerà la borsa di studio Erasmus, per supportare le spese che i giovani sono chiamati a sostenere durante l’esperienza all’estero.

Tra i criteri adottati per selezionare i vincitori sono stati considerati il curriculum universitario, le conoscenze linguistiche, la curiosità intellettuale, la motivazione e l’interesse per la mobilità internazionale e per una carriera professionale nel settore dell’industria alimentare e, infine, la coerenza tra la sede estera di destinazione e gli interessi del gruppo industriale Barilla.

Queste le Università in cui si recheranno gli studenti premiati:

Chiara Ambrosi     Kedge Business School                 Bordeaux       Francia
Yuliya Bokova       Grenoble Ecole de Management   Grenoble        Francia
Erika Bonazzi        Universiteit Gent                            Gent               Belgio
Riccardo Giovine  Žilinská Univerzita v Žiline             Zilina              Slovacchia
Hala Guesmi          Katholieke Universiteit                   Leuven           Belgio
Kiran Preet Kaur   Universitetet i Tromsø                   Tromsø           Norvegia

Pubblicato Mercoledì, 11 Luglio, 2018 - 15:28 | ultima modifica Mercoledì, 11 Luglio, 2018 - 15:48